Project5grv Wiki
Advertisement
Project5grv Wiki

Imperial symbol red.png

Impero Spaziale Umano[]

Impero Spaziale Umano
Dati amministrativi
Nome completo Impero Unitario e Dominio Umano di Alfa e Marte
Nome ufficiale -
Inno -
Motto -
Capitale Alfa, Alfa Centauri
Dipendenze -
Politica
Forma di Governo Impero Federale
Organi deliberativi Senato Imperiale
Nascita 3112
Causa Proclamazione dell'Impero
Fine
Causa
Spazio e popolazione
Bacino cosmografico Settore Alfa
Spazio originale Sistema Solare, Mondi Spaziali
Massima estensione -
Popolazione 882 miliardi di Umani,

1547 miliardi di Robot, 97 miliardi di Orioniani, 8 miliardi di Subraceani, 6,5 miliardi di Altairiani

Economia
Valuta Credito
Religione e società
Religioni preminenti -
Classi sociali Liberi e Cittadini
Evoluzione storica
Preceduto da Repubblica dei Cieli
Succeduto da

L'Impero Umano è una nazione sovrana e potenza regionale del settore Alfa. La definizione completa è “Impero Unitario e Dominio Umano di Alfa e Marte”. La capitale è il pianeta Alfa, la lingua ufficiale è il Marziano, il suo motto ufficiale è “In Deep Space We Trust” che è anche il titolo dell'inno. Conta una popolazione Umana residente di circa mille miliardi di individui sparsi per circa duecento sistemi stellari.

L'impero si fonda sulla Magna Carta, una costituzione che stabilisce i principi fondativi dell'impero, e su una serie di leggi di funzionamento come la Legge sul funzionamento dell'impero.

Forma e ordinamento[]

L'Impero Spaziale Umano è una Federazione e formalmente è identificabile nella forma politica di una Repubblica Presidenziale. La distribuzione delle competenze è fatta secondo il principio di sussidiarietà. Moneta, economia su scala interplanetaria, esercito e politica esterna sono unici in tutto l'impero. La giurisprudenza imperiale è basata sul Civil Law.

L'imperatore è eletto dal senato e detiene il potere esecutivo. L'autorità dell'imperatore deriva principalemente dal carisma personale e dagli appoggi politici che lo sostengono. Un imperatore delega il potere esecutivo secondo la catena di comando e secondo i principi di funzionamento dell'impero e della magna carta.

La figura dell'imperatore non è quella feudale medievale, ma si avvicina di più a quella di un imperatore dell'antica Roma.

L'Imperatore per quanto potente non ha diritto di vita e di morte su tutto l'impero, perchè di fronte alla legge è un Cittadino come tutti gli altri Cittadini dell'impero.

Gli autarchi e i prefetti hanno un ruolo di garanzia nella loro giurisdizione. Esercitano i poteri federali su mandato dell'Imperatore, gestiscono le flotte di sicurezza locali e detengono potere esecutivo sulle materie che il governo locale non copre. Possono commissariare i governi locali in caso di irregolarità, crisi o destituzioni.

Organi principali di governo[]

  • Imperatore: detiene il potere esecutivo
  • Ministri commissari: detengono il potere esecutivo su delega dell'Imperatore e si interfacciano con gli altri poteri dello stato
  • Senato Imperiale: legifera a livello federale, elegge l'Imperatore
  • Alto Consiglio degli Ammiragli: coordina gli sforzi bellici in caso di guerra, consiglia l'Imperatore o il Commissario della Guerra delegato dall'Imperatore sulle strategie di breve medio e lungo periodo, governa la Marina Imperiale e tutte le sezioni della marina correlate.
  • Alto Consiglio della Giustizia: amministra il potere giudiziario in maniera indipendente
  • Banca centrale: emette moneta e titoli di debito pubblico fornendo prestito in ultima istanza

Schema a grandi linee del sistema politico imperiale

Elenco delle provincie[]

Provincie del nucleo imperiale (sole e mondi spaziali):

Provincie d'espansione:

Colonie:

  • Provincia Cassopeiana Esterna
  • Provincia Atlantidea Esterna
  • Provincia Eridana Esterna
  • Provincia Altairiana Esterna
  • Colonie Acherniane
  • Colonie Esterne
  • Colonie Arturiane
  • Colonie Rigeliane

Cittadinanza e religione civile.[]

Soltanto gli Umani hanno diritto di diventare Cittadini. La Cittadinanza è stabilita dal Codice di Cittadinanza.

Lo status di alieni e altri esseri senzienti è determinato dalle leggi comunemente in vigore nell'impero. In generale gli alieni sono considerati abitanti di seconda categoria.

Categorie di esseri viventi o artefatti sono privi di status, cioè vengono trattati alla stregua di proprietà secondo le leggi in vigore: Orioniani, robot, Mutanti, chimere, Cloni.

Il credo statutario dell'Impero è la Supremazia della Razza Umana. Nei mondi spaziali che hanno subito molto di più la dominazion orioniana l'Impero è elevato a religione civile ed una tradizione da onorare e rispettare. Lo status di Cittadini è sentito come il vero ingresso in società e prova di maturità e di merito. Nelle zone che hanno risentito meno della dominazione aliena la Cittadinanza è valutata in maniera più blanda ma sono valutate positivamente tutti i vantaggi socioeconomici derivanti dall'appartenenza all'impero.

L'odio razziale è rivolto principalmente verso gli orioniani, visti ormai come oggetti di lusso, e solamente in forma più blanda e discriminatoria verso gli altri alieni come subraceani ed altairiani, considerati alla strega di immigrati o generici indesiderati. I pregiudizi hanno più forza nei sistemi tradizionalisti dei mondi spaziali e nei mondi forgia, perdono di presa invece nei mondi più recenti che non hanno memoria delle dominazioni aliene.

Filosofia e Religione[]

La filosofia dominante del credo imperiale è una filosofia positivista e futurista. La fiducia estrema nella scienza, nel progresso, nella realizzazione del singolo è il collante dell'intero Impero. L'indrottinamento è atto a motivare l'uomo a realizzare i propri sogni come individuo membro di una comunità più grande e coesa: l'umanità.

Le altre religioni, le religione terrestri o il culto di Q ed altri culti di nuova concezione sono tollerati fintanto che non vanno ad intaccare i valori fondativi dell'impero. Tutte le religioni a cominciare dal pancristianesimo si sono adeguate nei secoli alla mentalità umana dominante fino ad assimilarla. Lo stesso pancristianesimo per esempio assimila molti dogmi della religione civile imperiale per cui vi è salvezza tramite la realizzazione personale e il servizio alla comunità.

Livello tecnologico[]

L'Impero è molto avanzato nel campo della bioingegneria e delle scienze belliche.

La bioingegneria è stata in grado, al termine delle guerre orioniane, di schiavizzare biologicamente una intera civiltà aliena al servizio dell'umanità. La bioingegneria imperiale è in grado di clonare tessuti ed individui (la clonazione è comunque regolata dalla legge). La pietra filosofale della bioingegneria imperiale è generare una stirpe di superumani per accelerare l'evoluzione biologica. Per secoli la bioingegneria ha ricercato questo traguardo ritenendolo irraggiungibile, e per quanto sia ritenuto un progetto a scarsa probabilità di successo l'impero ci investe ingenti risorse considerando la ricerca del superuomo di vitale importanza per il destino dell'intera specie.

Il limite tecnologico principale della bioingegneria è legato all'alta instabilità di moltissime modifiche genetiche, all'insorgenza di tumori e l'impossibilità di modificare selettivaemtne il dna di esseri viventi adulti. Inoltre più il dna è difficile da manipolare più le probabilità di ottenere una chimera fertile sono prossime a zero. Inoltre non esiste un metodo scientifico standard per applicare le modifiche genetiche, il metodo utilizzato per secoli è quello del trial&error.

Centri culturali principali[]

Storia[]

La costruzione dell'Impero è legata a doppio filo con l'evoluzione di Sol Primae e le Guerre orioniane. Per quanto Sol Primae costituisse un comun denominatore per tutti i mondi umani, la vera prima spinta federatrice si ebbe in seguito alla difesa di Horizon nel 3044. Fino ad allora il pianeta era rimasto ai margini della guerra, supportando gli sforzi bellici dei fratelli umani anche grazie alla politica di supporto ufficioso da parte della lega in chiave antiorioniana tra horizon, marte, subracea e polys. Dopo l'assedio la politica di horizon ebbe una accelerata in favore della costituzione di una unica entità politica umana, politica che ebbe la sua forza nel fattore endemico di sol primae più che su un supporto freddo e distaccato delle potenze che fino ad allora vedevano di buon occhio le rivoluzioni.

La Repubblica dei Cieli di tipo confederale era un organo politico nato in guerra ed era per natura instabile. In un contesto politico in cui la stabilità confederale era in mano ai consoli ed agli ammiragli. Nella ricerca di un punto di equilibrio i senatori e le lobby cercarono l'appoggio di John Crest, console andromedano e poi senatore, famoso e conosciuto in tutto la repubblica per le sue vittorie contro gli orioniani. La marina militare strinse accordi con le lobby industriali e politiche per riformare l'ordinamento repubblicano e istituire un vero impero centralizzato. John Crest a capo della Marina venne eletto Imperatore e promulgò la Riforma delle Tradizioni, la Magna Carta e tutte le varie leggi di funzionamento del nuovo sistema politico. Tutte le parti scesero a patti ma il compromesso comunque non fu al rialzo. Furono centralizzate tutte le funzioni transistemiche come la Marina, l'Economia di scala e furono istituiti tutti gli organi moderni di controllo e polizia, fra cui la Sezione 5.

Advertisement