Project5grv Wiki
Advertisement
Project5grv Wiki

Introduzione[]

Il generatore di Singolarità è il componente principale del motore iperspaziale o del gate iperspaziale. È un macchinario che utilizzando la teoria matematica dell'iperspazio permette di generare una singolarità teorica nella quale due punti distanti nello spazio tridimensionali si sovrappongono permettendo lo spostamento fra due punti lontani nello spazio. Il generatore di singolarità si appoggia all'Equazione Mobius.

Spostamento per singolarità[]

Il generatore di singolarità genera una sovrapposizione di due volumi sferici nello spazio a tre dimensioni in un momento singolare nel tempo. Nell'istante di singolarità i due volumi sono sovrapposti e le masse alle due estremità si compenetrano. Tutte le masse dotate di una leggera spinta appariranno dall'altro capo della singolarità dopo che questa verrà meno.

Quindi se un volume si sposta da A a B attraverso una singolarità, lo stesso volume si muoverà da B ad A.

Data la natura dell'iperspazio e delle equazioni da calcolare non è detto che una singolarità generata verso un punto vicino necessiti meno energia di un punto più lontano.

È possibile partire o avvicinarsi più possibile a masse gravitazionali se i calcoli sono effettuati nella maniera più accurata possibile. Teoricamente sarebbe possibile apparire addirittura all'interno di corpi planetari o stellari fornendo una adeguata energia in ingresso, dato che in generale i gravitoni modificano l'iperspazio tale che intorno a se l'energia in media aumenti, ciò però non significa che non possano esistere punti a bassa energia di ingresso posizionati all'interno di stelle o pianeti.

Un effetto collaterale benefico delle approssimazioni delle equazioni di Möbius e della morfologia dell'iperspazio è la quasi certezza di non colpire una corpo gravitazionale non calcolato presente nella posizione nominale di arrivo. La massa gravitazionale altera l'iperspazio modificando il punto isoenergetico esatto corrispondente al punto di partenza.

Un effetto collaterale ulteriore nel caso del salto iperspaziale è quello di fornire una traccia del punto di arrivo B, per esempio nel caso la cosmonave esegua un salto da uno spazio vuoto a uno spazio dentro una nebulosa, parte dei gas della nebulosa apparirebbero a pari volume presso il punto di partenza

Sono state studiate contromisure per ridurre l'effetto di scambio ma sono tutte in fase di studio teorico.

Se le masse spostate differiscono ambo le parti si genera un'oscillazione gravitazionale tanto grande quanto è la differenza di massa.

Pericolosità e precauzioni[]

L'utilizzo del generatore di singolarità senza macchinari di supporto e di protezione potrebbe essere altamente pericoloso. I calcoli teorici indicano che nel caso migliore il generatore di singolarità si sposterebbe da solo senza portare con se il resto della cosmonave.

L'utilizzo del generatore in maniera casuale con dati casuali permette un cosiddetto salto alla cieca. A seconda della quantità di energia fornita la singolarità si crea con un punto isoenergetico nell'iperspazio. Non essendo l'iperspazio isoenergetico ed isotropico non è possibile prevedere in quale punto dell'intero universo si trova l'altro punto della singolarità. Un salto alla cieca potrebbe portare una nave all'interno di un pianeta o una stella.

Corpi di grande massa e gravità se non adeguatamente calcolati nelle equazioni possono incidere sul salto aumentando la probabilità di errore o l'energia propria del punto di partenza e di conseguenza di quello di arrivo. La cosmonave potrebbe riapparire nelle vicinanze di corpi con talmente tanta attrazione gravitazionale da decretare la fine della cosmonave e dell'intero equipaggio.

Energia assorbita[]

Il generatore di singolarità assorbe una energia costante per generare la singolarità stessa e l'energia necessaria per colmare il gap energetico fra i due punti nell'iperspazio.

Advertisement